martedì 16 dicembre 2008

Dal tramonto all'Alba


Le elezioni ragionali in Abruzzo per rimpiazzare Del Turco, presidente PD dimesso si dopo essere stato arrestato a seguito di un’indagine di tangenti, sono andate secondo il copione previsto da tutti, nonostante il rumore suscitato per il voto di scambio alla luce del sole. Affluenza che crolla del 15%, segno evidente di sfiducia assoluta nella possibilita' di riscatto di una politica sempre piu' distante e sempre piu' impegnata a curare i propri interessi: come se fossero mancati i motivi, anche Luciano D’Alfonso, segretario regionale del PD e sindaco di Pescara, è stato arrestato poche ore fa accusato di concussione, mentre a Roma si continua a negare che esista una questione morale nel PD. Netto il verdetto del 53% che e' andati a votare: il PD perde 13 punti, Di Pietro ne prende 8 e va al 15%: eppure qualcuno nel PD giura che la colpa sia della mancata alleanza con l'UDC (fermo al 5%) per andare con l'Italia dei Valori. In realta', come spiega Costa su Giornalettismo, "la cosa è andata bene a tutti, naturalmente: dato che si deve perdere, meglio perdere tutti piuttosto che rischiare che qualcuno vada benino e gli altri quindi vadano ancora peggio. Fossero andati da soli, Di Pietro, Veltroni e la sinistra, avrebbero avuto ognuno la responsabilità del proprio risultato. Oggi, invece, Di Pietro può dare la colpa a Veltroni, Veltroni può dare la colpa a Di Pietro, Ferrero può dare la colpa a Veltroni e Di Pietro. Che è quello che volevano tutti, il motivo per cui erano andati tutti insieme: poterla buttare in caciara un minuto dopo la chiusura delle urne".
Le cose non vanno meglio nell'avvicinamento alle primarie per le amministrative nel resto d'Italia: tra quello che accade a Suzzara (MN) e quello che continua a succedere a Firenze pare proprio che a parecchi nel PD e limitrofi le primarie vadano bene solo se a vincere e chi e' stato prescelto vicino ai caminetti di Roma, piuttosto che dai cittadini.
Per fortuna che in tanto grigiore, dopo il tramonto arriva l'Alba: la Parietti pronta a scendere in campo per la segreteria. Chissa' se anche in quel caso si parlera' di primarie truccate per raggiungere definitivamente il fondo...

3 commenti:

Augusto ha detto...

Con la Parietti le primarie saranno sicuramente truccate, e magari anche un po' siliconati....

BC. Bruno Carioli ha detto...

L'Alba ci fa sognare il sol dell'avvenire.

Der Pilger ha detto...

Ecco appunto, ci mancava la subretta.
Dopo "Yes, we can" finalmente "Yes, we can-can"