martedì 13 gennaio 2009

No ai Pörcellä


Pare proprio che PD e PDL stiano trovando la convergenza sulla nuova legge elettorale per le europee. Vista l'ondata di proteste per l'abolizione delle preferenze, ci riprovano con un tyrucchetto, un'ikea geniale come la definita Ciwati: il modello svedese/belga. Le preferenze modificano l'ordine di lista soltanto se il candidato prende piu' dell'8% delle preferenze della sua lista in una determinata circoscrizione, altrimenti si segue l'ordine di lista. In ogni caso, sbarramento al 4%. Peccato che Andrea Mollica abbia fatto i conti, ed e' sostanzialmente soltanto un Pörcellö alla nordica (con inciuciø): le preferenze non avrebbero comunque alcun effetto. Per dire no ai Pörcellä in salsa svedese o belga, per difendere il nostro diritto di scegliere i nostri rappresentanti, BeffaTotale si incatena con altri blogger in difesa delle preferenze.

1 commento:

Augusto ha detto...

Voglio il sistema elettorale bavarese, con la possibilità di votare persone anche di liste diverse e depennare i candidati che non si vogliono eleggere....