domenica 29 novembre 2009

Sussurri e Grida

Stasera al Porto di Mare, locale di riferimento a Firenze per la musica di autore, mi sono gustato con Cosimo un concerto per pochi intimi dell'ottimo Andrea Parodi. In un atmosfera a tratti surreale, e la sensazione di essere a strimpellare fra amici, si susseguono le ballate di Andrea, bravissimo nel disegnare le difficoltà, le solitudini ma anche quel senso di libertà che ognuno rincorre ma assapora soltanto. Senza contare che ad applaudire tra i pochi intimi c'era anche il parroco, che tra un miserere e un estrema unzione mostra di apprezzare anche il bene effimero di un buon concerto! E in chiusura arriva anche la mia preferita...



... cadranno nella pioggia
le diversità come ogni foglia
che cercava di volare
...

3 commenti:

Duccio Mercati ha detto...

Non passare mai la voce eh...
;-)

beffatotale ha detto...

organizzazione last minute, senza contare che sono senza cellulare fino a venerdi'...!

Duccio Mercati ha detto...

E' il caso di dire... "Beffa !"