mercoledì 27 agosto 2008

Toponomastica collusa


Cambia nome dopo poco piu' di un anno l'aeroporto di Comiso, Ragusa. La giunta di centro-destra ha infatti ripristinato la denominazione del vecchio aeroporto scalo militare, intitolato al generale dell'Aeronautica Vincenzo Magliocco, morto in Africa nel 1936: un fascista che "chiedeva, con generosa insistenza, di partecipare ad ardita impresa aeronautica intesa ad affermare, col simbolo del tricolore, il dominio civile di Roma su lontane contrade non ancora occupate". Cancellata la dedica a Pio La Torre, segretario regionale del PCI, padre della legge sulla confisca dei beni ai mafiosi e per questo ucciso dalla mafia il 30 Aprile 1982. Aveva anche avuto un ruolo determinante nell’opporsi alle infiltrazioni mafiose quando il vecchio aeroporto militare fu riconvertito in base missilistica della NATO. «Come rileva un sondaggio effettuato a suo tempo - dice il nuovo sindaco Giuseppe Alfano - l'intitolazione a La Torre aveva riscontrato scarso gradimento fra i cittadini». Probabilmente tra i cittadini piu' cittadini degli altri, visto che la denominazione era stata sostenuta da un'appello firmato da migliaia di siciliani . Pio la Torre era stato infatti il primo a capire che le mafie andavano colpite al cuore, nella loro capacita' di accumulare ricchezza e di tessere relazione col mondo dell'economia e della finanza, in una fitta rete di coperture e collusioni politiche ed istituzionali. Forse per questo agli occhi di chi quegli interessi e collusioni vuole preservare e moltiplicare non merita che lo scalo Ragusano sia dedicato alla sua memoria e al suo sacrificio. Così l'ex sindaco di Comiso, Pippo Di Giacomo, che aveva promosso la dedica dell'aereoporto alla memoria di La Torre a 20 anni dalla sua uccisione, ha commentato la decisione del Comune di togliere l'intitolazione del locale aeroporto a Pio La Torre:

Mi pare che, per la seconda volta è stato ammazzato Pio. Un'azione politica brutale, ottusa, sconsiderata, condotta con malafede, recuperando l'intitolazione di un non più esistente aeroporto militare distrutto dalle forze alleate oltre 60 anni fa. Mi vergogno di essere siciliano, me ne vergogno senza scusanti

Che si vergogni piuttosto il nuovo sindaco, il consiglio comunale controllati come marionette, e che hanno anche il coraggio di chiamarsi popolo delle liberta'.

2 commenti:

Primaticcio ha detto...

Ma sì, è giusto così, in fondo la vera emergenza mica è la mafia, sono gli stranieri che minano la sicurezza delle nostre città!
E allora via Pio La Torre e ridiamo la meritata gloria a chi agli stranieri portava un po' dell'italica civiltà (a suon di bombe e di iprite, vabbè, ma si sa, la civiltà ha il suo prezzo).

Questa comunque è una di quelle notizie che vanno tenute vive (nei blog, nei circoli e nelle sezioni, ecc.) perché una cosa del genere non deve passare.

Ros@ ha detto...

Io voglio ricordare Pio La Torre, comunista,ammazzato dalla mafia
LEGGI E SOTTOSCRIVI L'APPELLO - Non cancellate Pio La Torre su questo sito: http://www.articolo21.info/