venerdì 18 luglio 2008

Mensa ariana e scuola classista


Il 'menu' etnico' voluto dalla precedente amministrazione non piaceva ai bambini romani che "non mangiavano e a quelli che mangiavano veniva il mal di stomaco". Lo afferma il sindaco di Roma Gianni Alemanno, intervenendo all'assemblea annuale della Coldiretti. (Fonte Adnkronos)

Intanto un emendamento al decreto 112 relativo alla manovra economica del Governo, in discussione in queste ore alla Camera, cancella l'innalzamento dell'obbligo scolastico a 16 anni di eta', attualmente in vigore. "L'obbligo di istruzione si assolve anche nei percorsi di istruzione e formazione professionale ... e anche nei percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale", quelli genialmente ideati dalla Moratti da cui ci ha salvato, temporaneamente, il governo Prodi: torniamo in pratica alla scuola classista degli anni '50, con i licei per i ricchi e gli istituti di avviamento al lavoro per i poveri. Qualcuno risusciti Don Milani e le sue battaglie per una scuola capace non solo di insegnare un mestiere, ma soprattutto di fornire strumenti per comprendere e elaborare la realta', liberando l’individuo dalla schiavitu' delle scelte fatte dagli altri. Ma forse a quello pensa gia' la Silviovisione: velina e culetto, cretino perfetto.

6 commenti:

Sir Percy Blakeney ha detto...

Fioroni non è che avesse fatto meglio della Moratti. Il dato di fatto è che dal 1994 la scuola italiana è in mano a degli incopetenti per non dire altro.
Per il menù etnico spezzo una lancia in favore di alemanno, senza ombra di dubbio un bambino italiano o anche straniero preferisce la pizza o le lasagne ma anche una piadina al posto del menù thai e bisogno capirlo che il massimo dell'etnico che possono apprezzare i piccoli è l'hamburger :-D e comunque sulla cucina mediterranea e sulla nosra cucina se ne parla bene.
Forse sarebbe meglio fare un menù regionale anzichè etnico e dedicare risorse vere per fare educazione e non un pranzo mensile.
I bambini sono senza pregiudizi, non emarginano nessuno per preconcetti razziali un pranzo mensile non risolve serve la cultura come cibo per la mente.

ComProlRes ha detto...

Mio figlio è vegetariano. A settembre cosa farà in classe ora che gli hanno tolto il menù?

Augusto ha detto...

Nel frattempo sembra che la lega voglia impedire i kebab nei centri storici...

beffatotale ha detto...

Intanto cominciamo a vietare la bagnacauda sotto il po

Cosimo ha detto...

Se mi levano i trippaio da Sant'Ambrogio e da Porta Romana, fo una strage...

beffatotale ha detto...

Ti fai esplodere con un panino al tritolo in mezzo ai turisti del ponte vecchio?