giovedì 6 dicembre 2007

Natale a basso consumo


Bella iniziativa nella mia terra natia. Mi dicono da Firenze che sta arrivando a 900000 famiglie del Toscane una strenna natalizia a basso consumo. Si tratta del progetto P.I.L.A., Progetto Integrato Luce Acqua Ambiente, realizzato da Acea, Acque Publiacque, in collaborazione con tre importanti associazioni di volontariato (Anpas, Avis e Misericrodie) e patrocinato dalla regione Toscana. Il pacco contiene un kit composto da lampadine a basso consumo energetico e frangigetto da applicare ai rubinetti di casa per ottenere un risparmio di acqua ed energia. L’idea e' ovviamente diffondere la cultura del risparmio idrico ed energetico anche attraverso pratiche semplici ed alla portata di tutti, quali, appunto, l’uso delle lampadine a basso consumo ed il frangigetto, garantendo un guadagno non solo ambientale ma anche monetario. Il kit garantisce un risparmio complessivo annuale stimato in circa 50 euro a famiglia, corrispondenti a un risparmio energetico globale intorno a 520.000 tonnellate equivalenti di petrolio. Due gesti semplici, la sostituzione delle usuali lampadine a incandescenza con quelle a basso consumo e l'inserimento del frangiflutti nei rubinetti e nella doccia (che mescola aria all'acqua aumentandone la pressione a parita' di flusso) che possono portare una concreta diminuzione dei consumi di energia elettrica e delle risorsa idrica. Con il frangigetto, si taglia l´acqua consumata in casa, senza pesanti differenze di utilizzo: invece di 50 litri d'acqua per una doccia se ne consuma un terzo. Un risparmio per le tasche e per l'ambiente. Come sempre, almeno il portafoglio ci fa sentire stupido lo spreco.

1 commento:

suro ha detto...

Bel progetto, peccato che sia afflitto dai soliti casini all'italiana.
Infatti una simile campagna era già stata fatta in diverse zone, ad esempio in tutto il comprensorio Consiag (mezzo milione di utenti).
Si duplicano così i costi e si rischia di perdere credibilità ed efficacia.

Note tecniche: il frangigetto non "aumenta la pressione a parità di flusso", ma riduce la portata a parità di efficacia "lavante".
E poi consente il risparmio di un terzo o della metà?