lunedì 14 aprile 2008

Election Day - Live


Giornata tesissima, inutile e vano il tentativo di lavorare. Parte la maratona elettorale

15.01: primi exit-poll, il distacco e' in media di tre/cinque punti. Ma le barre d'errore sono enormi, e praticamente ricalcano i sondaggi. I dati piu' importanti riguardano il crolla di SA, e il boom della Lega. Andiamo bene. PD primo partito, piu' di AN e FI insieme, che senza la Lega non va da nessuna parte. Ancora piu' tensione, si contera' fino alle ultime schede.

15.15: vado a fare la spesa in attesa dell'arrivo di una masnada di italiani a casa mia per seguire i risultati

16.00: partecipazione al voto sopra l'80%. Siamo sempre tra i primi al mondo, non pervenuto l'astensionismo di massa. Primo dato certo di questa giornata.

16.20: inizia a pulire casa mentre parte Rai1 su StreamerOne.

16:22: anche se i dati fossero questi, il Senato e' ingovernabile e la Lega pretendera' mari e monti. Si tornerebbe presto alle urne.

16:25: i primi dati reali del Senato parlano di una lega al 35% in certe sezioni lombarde.

16:42: leggo della presidente di seggio candidata al Senato a Siracusa e rimossa, delle matite copiative non copiative a Genevo, delle schede sparite a Palermo e si tranquillizza di star seguendo i risultati italiani e non tedeschi

16:45: ansia primi dati sul sito del ministero degli interni per il Senato. Ricordano la batosta di 2 anni fa dopo l'entusiasmo iniziale...

16:50: dopo un momentaneo sorpasso, il PD torna a inseguire sui primi dati del Senato. Siamo la'.

17.06: le prime proiezioni ancora piu' generose degli exit-poll per la Pdl. Realacci dal PD insiste che aspettera' i dati finali per fare qualunque commento. Beato lui. Vado a gettare l'immondizia per lo sconforto

17:22: appare gia' finta. Sono cominciati i commenti sugli errori del PD. Incredibile, hanno votato di nuovo la Fenice, anche con il bollo. Va a fare la torta

18:13: persa anche la Liguria, magro bottino. Al Senato praticamente solo Lega, PDL e PD. In alcune regioni la vecchia Casa della Liberta' con l'UDC e' quasi al 65%

18:23: inforna la torta e avvia le pratiche per la cittadinanza tedesca. Se trova chi sponsorizzava il voto utile al Senato per la Sinistra Arcobaleno ferma al 3.5% lo strozzo.

18:39: niente da fare, e' finita. La sinistra arcobalenata tracolla e il PD non ne trae voti. Stradominio PDL, Italia nel baratro. La maratona elettorale e' inutile, si mangera' da solo torta al cioccolato e castagnaccio. Altro che conta all'ultimo voto.

18:52: torniamo indietro di 7 anni. La lega in Lombardia e' al 25%. agghiacciante. Ma in che paese siamo?

18:54: mi si e' anche attaccata la torta al cioccolato. Beffa. Invita astrocat a portare piu' roba possibile che soffochiamo la disfatta nelle crepes.

19:16: Lazio in bilico sul 0.2%. SA potrebbe scomparire dal parlamento, incredibile. Meno male che si volevano contare.

19:31: c'e' scappato anche il morto... un vecchietto che ha visto uno scudo crociato ancora sulla scheda. Ma Ferrara quanti zerovirgola ha fatto?

19:50: qui abbiamo 5 bottiglie di vino per dimenticare... basteranno?

20:20: Veltroni si arrampica sugli specchi per trovare un bicchiere mezzo pieno, e spera in un governo normale per fare le riforme istituzionali. Rimarra' un sogno. Finita la prima bottiglia, ci sfoghiamo a freccette con la faccia di Berlusconi

20:25: Bertinotti fara' il militante. Di cosa? La SA non esiste piu'.

20:54: Astrocat ci dice: "Vorrei segnalare uno strano caso riguardante le elezioni comunali di Notaresco(TE). Oggi pomeriggio, attorno alle 18:00, il sito di Repubblica dava vincente il sindaco uscente Valter Catarra con circa l'80% dei voti. Il dato era evidenziato in rosso, quindi, come segnala il sito stesso, era un risultato ufficiale. Ma tutti sanno che lo spoglio per le Amministrative ci sara' solo domani ed infatti, piu' tardi, il dato e' sparito. Semplice errore o puzza di brogli?"

21:20: tra Schifani e Bonaiuti noi si fa finta di niente e si magna e si beve finche' si puo'

22:05: catatonici. Beffa.

22:13: mi rendo tragicamente conto di aver pagato il bollo due settimane fa. Beffa.

23:54: gli amici se ne vanno lasciando la casa come un campo di battaglia. Mi sforzo ma non riesco a non vederci l'Italia tra 5 anni, se ci sara' ancora un'Italia sola. Per non piangere cerco di preparare qualche risposta da dare ai colleghi stranieri domani. Ripensandoci forse lavoro da casa. Ho un vago senso di nausea, non so se sia il cibo e il vino o tutto il resto

23:56: cerco robe positive. La SA dovra' ricostruire da zero, e non puo' che essere un bene. Faranno un partito veramente unico, con qualche dirigente un po' piu' sveglio. Il PD potra' dedicarsi a diventare un partito vero, invece di essere una coperta un po' sfilacciata. Altre cose buone non ne trovo, nemmeno che serva da lezione: siamo tornati indietro di 7 anni come se non fosse successo niente. Perche' siamo riusciti a far passare Prodi e Padoa-Schioppa per cue mentecatti. Che nessuno provi a rimpiangerli quando saremo di nuovo col culo per terra, e stavolta assai prima di 5 anni.

23:59: se becco gli spocchiosio che non sono stati a votare perche' nessuno li rappresenta chiamo quello che ha preso a cinghiate in coda a un seggio il tipo con la suoneria di "meno male che Sirvio c'e'". Per non parlare di quelli del voto disgiunto

24:00: fine giornata, fine della speranza di fare un'Italia piu' leggera, piu' moderna, piu' unita, piu' giusta. Hanno vinto quelli dei particolarismi, dei privilegi, dello status quo, del razzismo e dell'intolleranza. Il socialismo, il comunismo, l'ambientalismo spariscono dal parlamento come realta' a se stanti. Se da una parte significa che il PD ha guardato nella direzione giusta, se e' vero anche che chi e' causa del suo mal..., e che dal 98 non mi e' ancora andata giu', mi sembra che mi abbiano tagliato un pezzetto. E' una svolta micidiale nel panorama politico italiano. Da quel che capisco tra i fumi dell'alcool, solo 5 partiti al Senato, solo qualcuno di piu' alla camera, di cui quasi la maggioranza autonomisti. Spariscono gli estremi, tranne la lega che infatti raccoglie tutto il voto borderline. E controllera' Berlusconi altro che Mastella, Dini e Turigliatto: sfasceranno quel che resta dell'Italia, della costituzione, dell'uguaglianza fra i cittadini.

Ha vinto la paura, ha perso la speranza.
Ha vinto Berlusconi. Ancora. Aiuto.

Non posso nemmeno scappare all'estero.
BeffaTotale.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Non mi dire cosi', sto per andare a fare la spesa per crepes!
Anche se non sara' una maratona, faremo una mesta serata in riflessione (e preghiera)!
Astrocat

TommyBlue ha detto...

dillo a noi che in italia ci siamo e ci dobbiamo rimanere... :(