mercoledì 2 aprile 2008

Parole e immagini


Prima di andare a letto ho trovato sul blog di Gennaro Carotenuto la traduzione di un servizio ricavato da un libro del fotografo Peter Menzel, Hungry Planet, quello che il pianeta mangia, poi pubblicato anche su Time. Quando si discute di nord e sud, di squilibri, di 20% che si pappa l'80% delle risorse mondiali, invece di mille parole basterebbero immagini come queste. Basterebbe un viaggio in 14 paesi del mondo per vedere cosa mangia e quanto spende una famiglia in una settimana. Ecco il link.

Ma anche le parole possono pesare e spostare montagne. Poco fa ho investito le poche energie rimaste da una lunghissima giornata di lavoro per guardarmi Roberto Saviano, interessantissimo ospite a "Che tempo che fa". Quando lo leggo o quando lo ascolto mi lascia sempre la stessa sensazione: che ci sono problemi cosi' enormi, come quello di cui sopra, che non si riesce neanche a concepirne la gravita' e le dimensioni, che paiono senza via d'uscita. Ma che c'e' speranza anche per quelli, perche' ci sono persone come lui che hanno dedicato la vita per raccontarli. Perche' c'e' chi, come lo scrittore russo Shalamov citato dallo stesso Saviano, ha il coraggio e l'orgoglio di dire "No, l'anima non ve la do". Una cosa cosi' non puo' che fare un poco ottimisti.

1 commento:

Augusto ha detto...

Guarda che le foto del servizio a cui fai riferimento sono esposte qui a Monaco, al Museo "Mensch und Natur"!
Per quanto riguarda Saviano, confermo, intervista emozionante, da brividi.