domenica 14 settembre 2008

Priorita'


Un ragazzo di colore e' stato ucciso a sprangate a Milano per una scatola di biscotti. Da un padre col figlio, evidentemente trapasso di nozioni. L'emergenza aumenta, ma c'e' chi ritiene piu' fondamentali le coppie di fatto, i divorzi, e la messa in latino.
Mi sfugge comunque un nesso: "La Chiesa deve opporsi con fermezza, anche a costo di andare controcorrente, ai principi che fanno la forza e la grandezza del Sacramento del matrimonio": ma che c'entrano le unioni civili con il sacramento del matrimonio? Sarebbe come dire che se cambiano le regole del calcetto a 5, la FIGC deve preoccuparsi perche' sono in pericolo i fondamenti del calcio.
Il Papa parla poi di "alcuni frutti già manifestati" dal "motu proprio" che ha liberalizzato la messa in latino. Forse, mi scrive Augusto, la guerra in Georgia? I tentativi di espansionismo USA in Sudamerica? L'esplosione dell'intolleranza e del razzismo? La precarizzaione del futuro dei giovani, quello si' vero ostacolo alla famiglia? La crisi alimentare dovuta all'aumento di prezzo delle materie prime? Forse con la Messa in latino caleranno almeno i consumi di ostie...

1 commento:

augusto ha detto...

Volevo aggiungere che oggi è anche l'anniversario della morte di don Puglisi, la sua memoria sarebbe sì di citare come priorità dell'agenda ecclesiale al posto delle diatribe sulla benedizione data in Francia ai divorziati (ma come, si proibisce persino di dare la benedizione ai divorziati, e nel frattempo si dice che i lefebvriani devono essere accolti a braccia aperte... e i preti anti-mafia, invece?)