domenica 20 gennaio 2008

Il problema e' proprio quello


Mastella spiega che in fondo non c'e' nulla di male, cosi' fan tutti. E la giustificazione va di moda, e pare convincente visto che si becca un applauso bipartisan. Vuol dire, se ce ne fosse bisogno, che fan davvero tutti cosi', un po' ai tuoi un po' ai miei. Possibile che sfugga a chi si spellava le mani che questo sistema di raccomandazioni, di amici di amici, di scambio di voti, potere, nomine, non è degno di un paese civile? Che il problema e' proprio nel fatto che fanno tutti cosi', che il sistema mafioso e clientelare comincia, si alimenta ed e' sostenuto da questo, e il passo a cosa nostra e' tanto breve quanto ovvio? E intanto Cuffaro che si becca 5 anni festeggia, perche' il tribunale gli ha riconosciuto "solo" di aver sfruttato il suo ruolo istituzionale per favorire mafiosi. Cuffaro non si dimette, offre cannoli e stappa bottiglie. E' interdetto dai pubblici uffici, ma resta governatore della Sicilia. Del resto cosi' fan tutti. E del merito, delle capacita' e dell'iniziativa, della dignita' e dell'onesta', del rispetto dei cittadini e dello Stato, ne possiamo fare a meno, tanto ci sono i cugini, gli amici degli amici e gli uomini d'onore. Siamo in una botte di ferro. Fortuna che mia madre e' parente alla lontana di De Michelis, uno che la sa lunga. Faro' strada nella vita.

3 commenti:

Anna ha detto...

Anche di difende e difendeva Bettino Craxi utilizzava questa come argomentazione, "cosi' facevan tutti".
Devo legger bene i termini della faccenda perche' mi sfuggono alcuni passaggi: per esempio... uno interdetto dai pubblici uffici puo' mantenere una carica istituzionale? Che coerenza c'e' in questo?.
Mah. Non capisco se e' tempo di arrabbiarsi, di indignarsi, di prendere iniziativa, di... di far che? In questo momento non so dire.
Anna

beffatotale ha detto...

Effettivamente sta cosa che uno e' interdetto dalla pubblica amministrazione ma puo' mantenere cariche elettive non ha senso. Ora cerco di informarmi in questo senso, se qualcuno che passa di qua ne sa qualcosa, non esiti a farci sapere...

beffatotale ha detto...

Allora, pare che una carica elettiva non e' considerata un pubblico ufficio. Quindi ci teniamo Cuffaro.