lunedì 7 gennaio 2008

Applicare invece di starnazzare


Solleviamoci lancia una campagna a blog unificati per chiedere il rispetto e l'attuazione della nostra Costituzione. Anche perche' dopo 60 anni sarebbe proprio l'ora.

Indipendentemente dalle convinzioni politiche, pensiamo sia evidente a tutti che in quest'anno che si sta concludendo ha predominato ancora una volta la logica degli interessi personali, dei particolarismi, degli egoismi a cui ha fatto da contraltare, peraltro solo in alcuni casi, l'elargizione condiscendente di quanto in un mondo civile sarebbe meno del giusto e un continuo fare a chi urla più forte. Non vogliamo scadere nel qualunquismo... le differenze ci sono sempre, e dovunque. Ma vogliamo fare una richiesta a tutti, siano essi italiani, politici, amministratori, cittadini comuni, associazioni, italiani all'estero o stranieri in Italia: una richiesta che per noi è un impegno costante. Non abbiamo bisogno di altre leggi, di stravolgimenti o di beneficenza. Abbiamo una legge che contiene tutto quello che è necessario. E non è comunista, o democristiana o liberale. E' super partes, ed è talmente bella e giusta che è costata sangue: rispettiamo e mettiamo in pratica la Costituzione. Questa è la proposta che noi facciamo a tutti gli italiani per il 2008.

Per chi pensa che stiamo esagerando, Lameduck elenca qualche esempio di clamorosa inapplicazione della nostra Carta. Ci pensi chi perde tempo a starnazzare sul niente (tipo, tanto per fare un esempio recente, una non ben definita "moratoria" sull'aborto con miglioramenti ancor meno chiari della 194, o se ne esce sul presidenzialismo tanto per impantanare la discussione sulla legge elettorale).

1 commento:

Lameduck ha detto...

Ti ringrazio per la citazione. Le leggi di solito sono buone e basterebbe applicarle fino in fondo perchè le cose funzionassero. Purtroppo ciò non accade sempre. Penso alla 194, ma anche alla 180 e alla Costituzione, appunto. Ciao!